Qual è la relazione tra stitichezza e tumore del colon?

Sia gli uomini che le donne sono a rischio di sviluppare il cancro del colon, una malattia che causa la crescita di tumori maligni nel colon o nell’intestino crasso. La relazione tra stitichezza e tumore del colon è che la stitichezza è un sintomo del cancro del colon. È importante notare, tuttavia, che numerosi sintomi di questo tumore sono comuni e possono indicare condizioni meno gravi. Stitichezza e tumore del colon, ad esempio, non sempre si verificano insieme. Se un paziente sperimenta la stitichezza insieme ad altri sintomi del cancro del colon, tuttavia, dovrebbero essere eseguiti ulteriori test.

La stitichezza è caratterizzata da una defecazione non frequente. Non è necessario avere un movimento intestinale ogni giorno, ma una frequenza inferiore a tre alla settimana è considerata stitichezza. I pazienti possono avere difficoltà a spostare l’intestino a causa della mancanza di fibre o liquidi nella loro dieta, frenando i movimenti intestinali o interruzioni nella loro routine quotidiana. Costipazione e tumore del colon possono essere collegati se il tratto gastrointestinale del paziente è ristretto o bloccato da polipi, che sono escrescenze anormali che possono essere maligne.

Altri sintomi, oltre alla stitichezza, in genere devono essere presenti per indicare il cancro. Questi sintomi includono perdita di peso, affaticamento e sanguinamento dal retto, con o senza sangue visibile nelle feci. I pazienti con tumore del colon possono anche sentirsi come se avessero ancora bisogno di andare in bagno anche dopo aver avuto un movimento intestinale.

In altri casi, l’età del paziente, la genetica o le condizioni mediche esistenti possono rendere più probabile che la stitichezza sia un segno di cancro del colon. La maggior parte dei casi di tumore del colon si verifica in persone di età superiore ai 50 anni. Le persone con storia familiare di tumore del colon e di discendenza ebraica afro-americana o ashkenazita sono anche più soggette alla condizione. Anche le condizioni mediche come l’obesità o il diabete di tipo 2 sono fattori di rischio.

La diagnosi precoce è di vitale importanza nel trattamento del cancro del colon. Chiunque soffra di stipsi prolungata, inspiegabile o di una defecazione rara insieme ad altri sintomi della malattia, deve consultare un medico il più presto possibile. Test come colonoscopie, esami del sangue occulto nelle feci e clisteri di bario a doppio contrasto possono diagnosticare rapidamente il tumore del colon in modo che il trattamento possa iniziare. I pazienti devono inoltre sottoporsi a una serie di test di screening: la frequenza di ciascun test e l’età alla quale il test deve iniziare è generalmente determinata dal gruppo di rischio in cui il paziente cade. Coloro che rientrano nella categoria ad alto rischio potrebbero dover iniziare alcuni test già a partire da 10 anni, mentre i pazienti a rischio medio possono in genere posticipare i test fino a che non superano i 50 anni.