Che cos’è lo status di asmatico?

Lo stato asmatico è un attacco acuto grave per la vita che non è alleviato da inalatori o altre misure terapeutiche comuni. Le vie respiratorie si infiammano e si restringono al punto che la respirazione diventa molto difficile e un individuo può potenzialmente perdere conoscenza se la condizione non viene affrontata immediatamente. Una volta ammesso al pronto soccorso, un paziente riceve solitamente ossigeno e farmaci per via endovenosa per riaprire le vie respiratorie. A seguito di un trattamento immediato, uno specialista può prescrivere farmaci per gestire i sintomi e informare il paziente dei modi per prevenire futuri attacchi.

L’asma è una condizione molto comune negli adulti e nei bambini. Allergeni, aria fredda o esercizio intenso irritano le vie respiratorie e innescano una risposta del sistema immunitario che porta a infiammazione e costrizione. La maggior parte delle persone che hanno l’asma trovano sollievo dagli attacchi acuti usando broncodilatatori, farmaci per via inalatoria o orale che allevia l’infiammazione e consentono l’espansione del tratto respiratorio. Nel caso dello stato asmatico, tuttavia, le vie respiratorie non rispondono ai broncodilatatori. Gonfiore e costrizione tendono a peggiorare nel corso dei minuti o delle ore.

Una persona che ha esperienza di status asmatico rischia di soffrire di intensa oppressione toracica, mancanza di respiro, ansia e confusione. La tosse o il respiro sibilante possono verificarsi inizialmente e, con il peggioramento delle condizioni, le labbra e la pelle potrebbero diventare blu. Senza trattamento, la mancanza di ossigeno nei polmoni e nel sangue può causare capogiri, perdita di capacità motorie e perdita di coscienza. Una persona che soffre di status asmatico deve essere valutata al pronto soccorso il più presto possibile per prevenire complicazioni fatali.

Nel pronto soccorso, i medici possono somministrare ossigeno e liquidi per mantenere il paziente stabile. Un medico di solito conduce un test del sangue nel sangue arterioso per valutare i livelli di ossigeno e di anidride carbonica nel sangue. Durante il test dei gas del sangue arterioso, una siringa viene utilizzata per estrarre un campione di sangue da un’arteria, che viene poi analizzato da esperti di laboratorio. Un medico può anche eseguire una radiografia del torace per cercare segni di polmonite, ostruzioni e altre condizioni che possono complicare il trattamento.

Le misure iniziali di trattamento per lo stato asmatico implicano la somministrazione di broncodilatatori per via endovenosa e steroidi orali per aiutare ad aprire le vie aeree. Un paziente non responsivo può essere posizionato su un ventilatore meccanico per prevenire l’insufficienza polmonare totale. Una volta che l’infiammazione scompare e il paziente può respirare da solo, gli specialisti possono condurre ulteriori test diagnostici per verificare la presenza di danni permanenti alle vie respiratorie.

La maggior parte delle persone che ricevono cure di emergenza per lo stato asmatico sperimentano recuperi completi. Prima di lasciare l’ospedale, un paziente di solito incontra uno specialista che può determinare i suoi inneschi dell’asma e suggerire modi per evitarli meglio. Un paziente viene solitamente prescritto farmaci orali giornalieri per aiutare a gestire i sintomi e un inalatore broncodilatatore ad alta resistenza da utilizzare se si verifica un altro attacco.