Cos’è il peritoneo?

Il peritoneo è un sottile foglio continuo di tessuto, o membrana, che riveste le cavità dell’addome e del bacino e copre le superfici degli organi trovati all’interno. Produce un fluido lubrificante, chiamato fluido sieroso, che consente alle viscere di muoversi liberamente l’una dell’altra. La parte che forma il rivestimento delle pareti è chiamata strato parietale, mentre la parte che copre gli organi pelvici e addominali è nota come strato viscerale. Tra gli strati peritoneali viscerale e parietale è uno spazio noto come la cavità peritoneale. I vasi sanguigni, i vasi linfatici ei nervi attraversano il peritoneo, fornendo organi e i tumori che si verificano nell’addome tendono a diffondersi nel tessuto peritoneale.

Nelle cavità addominale e pelvica, ci sono un gran numero di organi disposti in modo complesso, e il peritoneo aiuta a tenere tutto a posto. Lo fa perché lo strato viscerale, che circonda gli organi, è attaccato da ciocche allo strato parietale, lungo le pareti, che impedisce alle budella di muoversi troppo lontano dalla posizione. Questo è particolarmente importante nel caso degli intestini, che sono lunghi circa 33 piedi (circa 10 metri), e strettamente arrotolati in posizione. Alcuni organi, come i reni, si trovano nella cavità addominale o pelvica ma fuori dal peritoneo e sono noti come organi retroperitoneali.

C’è un ricco apporto di nervi al peritoneo parietale, che lo rende sensibile al dolore. Ciò significa che qualsiasi malattia o lesione che si verifichi al suo interno provoca dolore che viene avvertito immediatamente nel punto colpito. Il peritoneo viscerale non è così ben fornito di nervi, e il dolore di solito è sentito solo come una risposta al suo allungamento. Con il dolore viscerale, è difficile individuare la fonte della lesione, tanto più che il dolore è spesso riferito a un’altra area del corpo.

Poiché la cavità peritoneale è potenzialmente abbastanza grande, qualsiasi malattia al suo interno è in grado di diffondersi ampiamente. Alcuni tumori hanno origine all’interno della cavità peritoneale, tra cui il mesotelioma peritoneale maligno, un raro tumore derivante dal peritoneo. Questo tipo di tumore peritoneale è associato con l’esposizione all’amianto, e alcuni segni precoci sono dolore e gonfiore nell’addome, perdita di peso e anemia. Il trattamento utilizza una combinazione di approcci, come la chirurgia, la radioterapia e la chemioterapia insieme a opzioni più nuove e più sperimentali. Una cura è possibile solo se la malattia viene scoperta precocemente, mentre è ancora abbastanza localizzata.

È più comune che i tumori abbiano origine altrove e che le cellule tumorali si diffondano o metastatizzano nel peritoneo. Vi sono numerosi esempi di tumori che progrediscono in questo modo, compresi quelli che colpiscono lo stomaco, il seno, l’ovaio e il polmone. Le cellule tumorali metastatizzate possono essere trattate con una combinazione di chirurgia e chemioterapia per prolungare la vita del paziente.