Qual è la connessione tra bullismo e autostima?

L’autostima è la credenza nel proprio valore e nella capacità di assumere la vita ogni giorno. Esistono molte connessioni tra il bullismo e l’autostima e, non sorprendentemente, le vittime di prepotenti hanno maggiori probabilità di avere una bassa autostima. La convinzione convenzionale suggerisce che gli stessi bulli soffrano di una bassa autostima, ma alcuni studi hanno messo in discussione questo modo di pensare. Gli episodi di bullismo infantile ricevono una grande attenzione da parte di professionisti della salute mentale ed educatori, ma esistono anche bulli adulti. I bulli adulti hanno anche un impatto sull’autostima.

Il bullismo è definito come qualsiasi forma di intimidazione, fisica, verbale o mentale, di una persona più debole. La debolezza della vittima potrebbe essere psicologica o fisica. Gli studi hanno dimostrato che le vittime del bullismo di solito hanno livelli più bassi di autostima. Gli esperti non sono sicuri se le vittime del bullismo siano prese di mira a causa della loro bassa autostima, che il bullismo causi una bassa autostima o entrambe le cose. Gli effetti del bullismo e dell’autostima possono durare a lungo. I bambini vittime di bullismo soffrono di problemi psicologici e fisici derivanti dall’abuso e possono conservare la propria percezione di sé come vittima quando diventano adulti.

Alcune teorie psicologiche del bullismo e dell’autostima suggeriscono che il bisogno di intimidire di un bullo è la prova di una mancanza di autostima. Secondo altri studi, tuttavia, i bulli potrebbero avere troppa autostima. Il loro valore personale gonfiato spesso ha poche basi nella realtà, ma è utile quando i bulli giustificano il loro comportamento antisociale a se stessi e agli altri. Le teorie del bullismo e dell’autostima suggeriscono che mentre i bulli non soffrono di una bassa autostima, sono particolarmente sensibili alla vergogna e non vogliono che i loro difetti e inadeguatezze siano visibili agli altri.

Molto spesso, il bullismo e le sue vittime sono pensate in relazione all’infanzia. Il bullismo fisico e mentale è prevalente nelle scuole e riceve molta attenzione. I bulli crescono, tuttavia, e possono ancora essere prepotenti come adulti. Alcune persone che non erano bulli da bambini decidono di diventare bulli in età adulta. In effetti, alcuni di loro potrebbero diventare leader aziendali. La coercizione, o l’uso del potere per ottenere l’acquiescenza, può essere una tattica aziendale comune, rendendo difficile tracciare una linea tra il bullismo e lo stile di gestione. Il morale della compagnia bassa può essere un indicatore di ciò.

Gli adulti potrebbero essere meno inclini a parlare di bullismo o persino a riconoscerlo quando si verifica. Andare con il flusso ed evitare lo scontro a volte sembra più facile che affrontare un bullo, ma questi incidenti hanno un impatto sull’autostima. Per coloro che sono vittime di bulli adulti, può valere la pena chiedere consiglio per imparare come affrontare il bullismo.