Qual è la connessione tra cognizione ed emozione?

Fino alla metà del 20 ° secolo, gli studiosi e gli operatori sanitari consideravano ampiamente le risposte emotive e il condizionamento cognitivo come due entità separate. A mano a mano che lo studio sulla cognizione e le emozioni progredivano, molte figure autorevoli cambiarono le loro opinioni sulla presenza di una disparità assoluta tra i due stati. Sebbene non sia ancora unanime, i punti di vista degli studiosi hanno iniziato a intrattenere la nozione che esiste una possibile connessione tra cognizione ed emozione.

La “cognizione” di solito si riferisce all’elaborazione psicologica dell’apprendimento e del ragionamento. Coinvolge una naturale partecipazione ad attività astratte legate alla memoria, alla pianificazione, alla risoluzione dei problemi e alla percezione. Le funzioni cognitive possono verificarsi senza molta consapevolezza di esse o in risposta diretta a input esterni. Ad esempio, una semplice risposta cognitiva a un estremo pericolo è di escogitare un mezzo di fuga, che potrebbe accadere quasi automaticamente o dopo aver trascorso almeno qualche minuto a risolvere i problemi. Un altro semplice esempio consiste nel rendere la scelta cognitiva di escludere le distrazioni esterne fino a quando un particolare compito è completo.

D’altra parte, l’emozione sfiora storicamente una definizione facilmente condivisa. Tra le varie spiegazioni per gli stati emotivi, le autorità di salute mentale di solito sottoscrivono la teoria che l’emozione si verifica a causa del condizionamento della ricompensa o della punizione. I medici che provengono da un background più clinico o medico potrebbero preferire la teoria che il corpo umano informa le risposte emotive. Quest’ultimo gruppo ritiene in gran parte che le emozioni siano collegate a strutture cerebrali come l’amigdala, l’ippocampo e l’ipotalamo. Qualunque teoria alla fine scelga di credere, la maggior parte dei professionisti che studiano l’attività cerebrale sono giunti a concordare che le emozioni sembrano influenzare i processi cognitivi e la cognizione sembra influenzare le risposte emotive.

La cognizione e le emozioni sono legate in molti modi. Le connessioni anatomiche bidirezionali che coinvolgono le strutture cerebrali prefrontali e anteriori collegano un aumento di emozioni al completamento con successo di compiti cognitivi autonomi associati. Inoltre, uno stimolo che suscita una risposta emotiva da un individuo sembra stimolare le risposte cognitive allo stesso tempo. Ad esempio, il contenuto visivo emotivo potrebbe attivare la corteccia cerebrale, determinando processi cognitivi accresciuti correlati al modo in cui il sistema visivo percepisce e elabora le informazioni.

Un’altra connessione tra cognizione ed emozione si riferisce al modo in cui il corpo impara a rispondere in determinate situazioni. Definita la regolazione delle emozioni cognitive da molti studiosi, questa teoria descrive come una persona possa rivalutare un insieme di stimoli a seguito di un’intensa reazione emotiva. Questo tipo di rivalutazione cognitiva potrebbe verificarsi a causa delle interazioni della struttura cerebrale che coinvolgono l’amigdala, che viene comunemente stimolata quando una persona risponde a un input emotivo e alla corteccia insulare.