Qual è il segno di Halo?

In medicina, diversi diversi fenomeni radiologici sono noti come “segno di alone”. Questi coinvolgono l’aspetto di un anello o di una nuvola distintivi, che può essere più scuro o più chiaro rispetto alle regioni circostanti, a seconda di cosa lo sta causando. Nel cranio, possono essere segni di infiammazione dei vasi sanguigni, mentre nel petto possono indicare una neoplasia o un altro problema come un accumulo di liquidi. Gli esami ecografici prenatali possono anche rivelare un’immagine distintiva conosciuta come l’alone di Deuel, che è indicativo della morte del feto.

Un’applicazione comune del segno di alone è nella diagnosi di arterite temporale, un’infiammazione dei vasi sanguigni nella testa. Le navi infiammate possono sviluppare aloni visibili che possono aiutare un medico a diagnosticare la condizione senza l’uso di una biopsia per confermare. L’imaging del torace può anche comportare un segno di alone, una macchia anellata o un punto su un’immagine come una radiografia. Il segno dell’alone indica che qualcosa sta bloccando la normale trasmissione dei raggi X, come una malignità o un accumulo di liquido.

Quando i segni dell’alone sono identificati durante gli esami diagnostici, il medico può raccomandare diversi passaggi. Questi possono includere l’imaging ripetuto o l’uso di un diverso metodo di imaging per confermare il risultato. La biopsia può fornire maggiori informazioni su ciò che sta accadendo, che potrebbe essere importante per il successo del trattamento. Se altri segni medici possono portare a una diagnosi, il medico potrebbe anche passare direttamente al trattamento per risolvere il problema.

L’ecografia prenatale può rivelare un segno di alone nel feto. Questo può assumere la forma di un anello distintivo attorno al cranio, causato da gonfiore tra il cuoio capelluto e il cranio. Questo è un indicatore della morte fetale, che può essere confermata con altre misure, come il controllo del movimento e il battito cardiaco. Ci sono anche altri segni che possono essere visibili con raggi X o ultrasuoni, compreso lo sviluppo di bolle di gas all’interno del feto. I fornitori di assistenza seguono procedure molto specifiche quando diagnosticano la morte del feto, per essere assolutamente certi prima di passare alle raccomandazioni di trattamento.

La madre in attesa ha diverse opzioni di trattamento in questo caso, può aspettare un aborto o un aborto spontaneo, oppure può essere sottoposta a un intervento chirurgico per rimuovere il feto prima che l’infezione abbia l’opportunità di svilupparsi. In genere, la chirurgia è raccomandata per proteggere la salute e la sicurezza della madre e potrebbe essere necessaria in alcuni casi. La consegna può essere un’opzione in alcune situazioni e può essere discussa con i fornitori di assistenza se ci si aspetta che le madri preferiscano lavorare e consegnare nel modo più naturale possibile.